"Passavamo sulla terra leggeri come acqua... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli" Sergio Atzeni - Passavamo sulla terra leggeri

giovedì 5 aprile 2012

Felicità a momenti e futuro incerto

Non so se capiti anche a voi, ma io certi giorni mi sveglio con la luna storta, sarà perché qualcuno mi ha disturbato il sonno alle 3 del mattino (che so per chiedere "AGUUUUUUUUUU" latte, a volume altissimo, e quando stavo quasi per riaddormentarmi chiederlo di nuovo, riprepararlo e "no no vojo" argggggghhhh).

Sarà perché l'altro si sveglia e vuole vedere i cartoni a volume altissimo, giocare coi videogiochi e "no signorino se guardi i cartoni niente videogiochi" "BUAHHHHHHHH" e in tutto questo baccano di urla, urla e urla lui dorme pacifico, come niente, però gli do ragione, anch'io avrei fatto così se non fosse che qualcuno si deve pur alzare che sono le 10!!
E allora mi chiedo, ma perchè mi arrabbio tanto in questi giorni?
La cosa è proprio patologica, cioè ogni cosa mi fa arrabbiare, e di conseguenza fà arrabbiare il figlio maschio che è attaccato alle gonnelle, sarà il ciclo mi chiedo? Boh...forse...
O forse sarà la clausura forzata causa lavoro accumulato e ritardo nella consegna di un altro lavoro, sarà il lavoro extra per la venuta della suocera che forse manco viene e allora mi vien la rabbia che i vetri potevano rimanere sporchi tantè...
E' che ho bisogno di esternare e non c'è nessuna amica con cui spettegolare e vodacucc costa :(
Sarà che ho bisogno di una pausa, vera, dai bimbi, dal lavoro, e una mamma e una sorella vicina che si prenda un attimo i mostri e li porti a passeggio.
Sarà che non ce la faccio a mollarli al marito che va a lavorare, che anche se ha un ufficio personale in cui nessuno gli rompe le scatole, disturbano e richiedono attenzioni, non sono così approfittatrice, lui è troppo gentile a prenderseli per portarli in ufficio ma io so che disturbano comunque perchè non hanno abbastanza distrazioni, e anche se c'è chi non si cura comunque di queste cose, non sono io quella.

Dovrei cercarmi un'altra tata, la mia è scappata nella Terra del fuego proprio quando avevo più bisogno :(
ma non nemmeno il tempo per cercarla...il che la dice tutta sul mio poco tempo libero.
Sarà che quando mi dicono cose del tipo "ma è una persona sola dovete aiutarla" mi viene la rabbia, come se io qui non lo fossi e stessi pettinando bambole.
Non ho mai sopportato gli aprofittatori, quelli che credono che gli sia tutto dovuto, solo perché stanno sempre a lamentarsi, e invece che stare a lamentarsi non cercano di risolvere la situazione, o aspettano che siano gli altri a risolvergliele manipolandoli a loro piacimento.
Sarà che certa gente suggerisce di aiutare chi in realtà, a mio parere non ne ha bisogno più di altri, ma ne aprofitta in maniera spudorata, e mi fa incavolare.
Più ci penso e più mi fanno arrabbiare, soprattutto se sono persone con le quali lavori.
La cosa che mi consola è che tra un paio di giorni si va....lontano...


3 commenti :

  1. forza forza! se ti puo consolare non sei sola...!

    RispondiElimina
  2. grazie anto, era un momento di sconforto, dopo il fantasma del silenzio ha aleggiato per casa per ben tre ore permettendomi di rimettermi a posto ;)

    RispondiElimina
  3. ahahaha, il disegnino su in alto sembra il rittratto di Caia!!!!

    RispondiElimina

Non mi piace fare la questuante, per questo ho ingaggiato le "due palle al piede" che sono bravissime: "Lassia un commento, lassia un commento, lassia un commento pe favvore gggrazie"