"Passavamo sulla terra leggeri come acqua... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli" Sergio Atzeni - Passavamo sulla terra leggeri

giovedì 19 aprile 2012

I figli so' pezzi 'e core

Capita che tuo marito quarantenne stia male.
Capita che si stia curando per una tosse un pò trascurata curata da pochi giorni.
Capita che stasera arrivi a casa stanco dopo una lunga giornata di lavoro e babysitting del nano grande, che unito al lavoro è decisamente impegnativo.
Capita che prima di cena, senza mangiare, vada a letto dicendomi che ha brutta voglia e cada nel letto come una pera cotta.


Capita che verso le 23 chiami la mamma di lui per la telefonata quotidiana, il pargolo gli manca anche se l'ha sentito ieri (anche se abitassimo a 2 passi credo che chiamerebbe lo stesso e ormai ci ho fatto l'abitudine).

Capita che risponda io.
Capita che non so tenere a freno la lingua (mannaggia a me) pur sapendo che la suddetta è molto un pò apprensiva, ipocondriaca, auto-dichiaratasi esperta di medicina di tutti i tipi, conoscente di tutte le malattie e di tutte le medicine prese dal figlio dalla nascita fino ad ora, ancora ci casco :(

Capitano dialoghi surreali:
S.: ha mangiato?
Io: no non ha mangiato.
S: fallo mangiare, non può prendere la medicina così senza mangiare.
Io: esistono medicine che vanno prese lontano dai pasti, non so che tipo di medicina sia.
S: no no, lui non ha mai preso medicine così senza mangiare. Io non conosco medicine che vanno prese senza mangiare!
Io: O__O (d'altronde è lei l'esperta no?) io so che esistono e lui ieri notte l'ha presa a mezzanotte, forse è una di quelle.
S: non credo, e tu come fai a saperlo?
Io: O__O
S: ha fatto l'aerosol?
Io: non so, forse l'avrà fatto (a questo punto ero ormai spacciata, ho tentato di salvare il salvabile sapendo che lui non aveva fatto l'aerosol ho cercato di essere evasiva e di evitare che capisse che non l'aveva fatto)
S: come non lo sai, non c'eri?
Io: no stamattina dormivo cof cof (ha capito mannaggia +secco+ )
S: e stasera???
Io: ovviamente visto che è lei il medico curante deve accertarsi che il paziente segua la cura  no stasera non ha fatto a tempo visto che è andato dritto a letto
S: eh ma dovrebbe, vai a controllare se vuole qualcosa, e magari fallo alzare lo fai mangiare e poi gli fai fare l'aerosol e poi gli dai l'antibiotico!
Io: ma se sta russando!! tra l'altro ha 40 anni, non è un bambino piccolo a cui devo far fare le cose, è dotato di cervello pensante e non è mio figlio di cui ho la responsabilità civile e penale! (ora leggermente più spazientita)
S: vabbè vabbè, ma la pastiglia a che ora l'ha presa?
Io: ieri notte a mezzanotte ...mah non glielo avevo già detto??!
S: e allora adesso deve prenderla, come mai non l'ha presa? come mai così tardi? come mai lontano dai pasti? io non ne ho mai sentito di pastiglie che si prendono a stomaco vuoto!
Io: senta quando vado a letto io tra un pò controllo come sta e se deve prendere la pastiglia la prenderà.
S: mah, mah, come se deve prenderla? la prende e basta, però fagli mangiare qualcosa prima, non dargliela così.
Io: e ci risiamo, non è un bambinooooo  va bene vedrò cosa vuole fare.
S: si si, ma chiamami così non rimango in pensiero.
Io: va bene ciao click

Dopo 30 minuti, mi decido e vado a sussurrare all'orecchio del moribondo

Telefono

Io: salve sono io, ha detto che sta bene
S: ma gli è passato il mal di stomaco?
Io: (fingendo spudoratamente, dal momento che Lui alla mia richiesta su come stesse aveva risposto con un mugugno tipo "mh mh shi sih" rigirandosi rumorosamente dall'altra parte)
si si mi ha detto di si, gli è passato non si preoccupi, probabilmente la brutta voglia era legata al fatto che magari in ufficio ha preso un pò di freddo
S: va bene.... mah stavo pensando, non fargliela prendere la pastiglia a stomaco vuoto, dal momento che poi aveva mal di stomaco non credo proprio sia il caso, guarda fallo alzare e fagli fare solo l'aerosol, non dargliela quella pastiglia (in leggero panico!)
Io: vediamo, anche se continuo a ribadire che ci sono pastiglie che si possono prendere a stomaco vuoto o lontano da pasti altrimenti non vengono assorbite
S: io non ne conosco (molto panico!)
Io: va bene, guardi non si preoccupi, ora sta meglio, vedrò come sta dopo quando vado a letto e se è in grado di farlo
S: grazie, grazie, guarda siamo sempre in pensiero quando siete lontani, non si può mai sapere
Io: (SIAMO SEMPRE LONTANI! abitiamo a 200 km!!) lo so lo so, ora vada a letto e non si preoccupi buona notte

Cuore di mamma....e pensa il figlio ha solo una leggera tosse...
è proprio vero i figli so' pezzi 'e core

8 commenti :

  1. Ma dai del lei a tua suocera???? Comunque, è vero che i figli sò pezzi e core ma se divento così sopprimetemi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vabbè, diciamo che l'idea non è mia :(
      anche a me sopprimetemiiiiiii, soprattutto se mio figlio ha 40 anni ed è fuori di casa da quando ne aveva 17!

      Elimina
  2. io a un certo punto mi son persa e pensavo steste parlando di Deddè... pensa tu!

    RispondiElimina
  3. troppo forte!
    le mamme...LE SUOCERE!!!
    anche io cmq do' del LEI ai miei suoceri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si troppo forte! ogni tanto mi arrabbio ma ieri sera ho sinceramente riso un sacco :P e mi ha fatto tenerezza si vedeva che era in pena, però ha delle manie ossessive e quella delle malattie è veramente un'ossessione

      Elimina
  4. ahahahah ma stai parlando di mia suocera ? no ...non può essere ...mio marito è figlio unico.....ma si comporta così soprattutto coi miei figli......che una mamma ce l'hanno.......ah santa pazienza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e si comporta così anche con me +perso+
      che una mamma ce l'ho :D

      Elimina

Non mi piace fare la questuante, per questo ho ingaggiato le "due palle al piede" che sono bravissime: "Lassia un commento, lassia un commento, lassia un commento pe favvore gggrazie"