"Passavamo sulla terra leggeri come acqua... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli" Sergio Atzeni - Passavamo sulla terra leggeri

lunedì 23 luglio 2012

La stanchezza delle mamme

Vorrei istituire la giornata mondiale, no regionale, no, ehm almeno nella mia casa, del "lasciate in pace mamma!"
Capita a tutte di avere momenti no coi figli, chi non ne ha a mio parere è una Santa e infatti la frase che i miei figli sentono moltissime volte al giorno è "Santa pazienza (di Maria Goretti!)".
Anni fa, mentre studiavo all'università, sotto casa mia lavorava un falegname, immaginatevi 12 ore al giorno circa di zzzzzzzzzrrrrrrrrr zrrrrrrrrrrrzrrrrrrrrrrr zzzzzzrrrrrrrrr (sega elettrica), riuscivo persino a studiare ma quando smetteva era una liberazione, un senso di pace, di silenzio e sollievo indescrivibile, che a volte non parlavi nemmeno per paura di rompere l'incantesimo.


Ecco avere Deddè 24 ore al giorno è come avere quel falegname sotto casa, quando smette dici "ohhhh che silenzio, che pace" e non parli nemmeno tu.
Qualcuno dice abbia preso da me, in effetti sono un po' scassamaroni quando mi ci metto, e ora quando becco le mie amiche parlo anche più di prima, per via del fatto che lo sfogo avviene tutto in una volta! E infatti ogni tanto chiedo perdono se sono molesta.
Vedete voi se non vedete nessuno alto più di un metro, oltre a vostro marito, per intere settimane, parlereste anche coi muri!
Il punto è che poi quel suo parlare, in realtà e ovviamente, non è un dialogo, è un continuo di richieste, di perché assurdi, di prendere un tuo discorso stravolgerlo e farti domande assurde sullo stesso però cambiato da lui, ad esempio oggi in macchina:
Deddè: Babbo perché hai rallentato?
Lui: qui non posso aumentare la velocità perché è sterrato.
Deddè: perché non puoi fare pubblicità?
Lui: non pubblicità, velocità.
Deddè: e perché non puoi fare pubblicità?
O_o
E questo è solo un esempio.
E va avanti così per tutto il giorno, da quando si sveglia, e parla pure mentre dorme, che se fai un lavoro di tipo "mentale" come quello che faccio io, con lui in casa sembra che abbia fatto la maratona di New York e ritorno a casa a piedi, e poi sono stanca e stressata e mi viene voglia di fritto, e grazie a Lucy ora so anche il perchè.
Che oggi a un certo punto stavamo guardano il telegiornale (un classico mi dicono dalla regia) e lui blaterava, sul serio blaterava non stava dicendo niente ma faceva "da da bla bla da da" che gli ho detto "ma tu vuoi stare un attimo zitto, cinque minuti non chiedo altro!"
mi ha guardata, ha piegato leggermente il labbro, come per piangere, dato che gliel'ho detto un po' in malo modo, e dopo 30 secondi ha reiniziato.
Ma che te lo dico a fa', cioè sei stato tutto il giorno a parlare, che quando io e Lui parliamo un attimo sembra che lui abbia sempre qualcosa da dire e dice che so mezza parola, oppure in macchina passa vicino un'ambulanza e io e Lui stiamo parlando,
lui inizia "ho visto un'ambulanza, ho visto un'ambulanza, ho visto un'ambulanza"
tu fai si con la testa,
"Mammmaaaaaaa ti devo dire qualcosa" fai finta di niente e continui a parlare "MAMMAAAAAAAAAAAA TI DEVO DIRE QUACCOSAAAAAAAAAAA!" per i 5 minuti successivi
"cosa amore?"
"ho visto un'ambulanza!"
"va bene" e hai già perso il filo del discorso con Lui e non hai più nemmeno voglia di parlare.
No dico perché la stanchezza delle madri non è solo fisica è anche mentale!
Che poi quando parla la sorella "Caia sta zitta che devo guaddae il teggiornale!" O_O

10 commenti :

  1. Vedo che stiamo messe tutte benino, eh...

    Io sono a questo punto:
    http://susibita.blogspot.it/2012/07/una-vera-stronza.html

    Quindi pure peggio di te, vedi se può consolarti ;)

    Susibita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no, io non scrivo di tutti gli sfoghi contro sto poveretto, che anche oggi m'ha sputato in faccia il ragazzetto e non ti dico la mia reazione :(
      ogni tanto servirebbe una pausa no? :)

      Elimina
  2. Io ho una stanchezza che mai nella mia vita mi sarei immaginata esistesse...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, non pongo mai limiti alla "provvidenza" potrei essere più stanca ;) al peggio non c'è mai limite, per ora ringrazio che almeno la notte riesco a dormire :)

      Elimina
  3. verissimo, alla prima parola siamo tutte contente, felici, poi magari gliela facciamo ripetere davanti agli altri, insomma siamo davvero fiere della sua nuova capacità di parlare. solo che ci sono casi, come il tuo e il mio, ma forse tanti altri, di piccoletti che poi non smettono. parlano, chiedono, domandano, spiegano, raccontano, inventano, ad ogni ora del giorno e quasi anche della notte. e riprendi ad amare il silenzio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha, beh si, però il mio non ha mai ripetuto niente a comando (sarà perchè io non gliel'ho mai chiesto!), sono felicissima che parli, però ogni tanto un pò di silenzio non guasterebbe soprattutto quando devo parlare io, ma credo sia la legge del contrappasso, son troppo chiacchierona per forza di cose dovevo avere un oche chiacchierava più di me ;)

      Elimina
  4. Fantastico post e fantastici i commenti :) vi sapro' dire :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Lucy, eheh, poi ci racconterai com'è tutto rose e fiori anche da te ;) che ammoriiiii questi figli :)

      Elimina
  5. Voglio partecipare a questa giornata mondiale! Il mio non parla tanto ma quel poco ti sfinisce, brucia tutte le energie! Ma perché non brucia anche la ciccia in eccesso?? Sigh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah se bruciasse la ciccia in eccesso sarebbe il massimo! Ok ora raccolgo un po' di firme e vediamo se possiamo organizzarla ;)

      Elimina

Non mi piace fare la questuante, per questo ho ingaggiato le "due palle al piede" che sono bravissime: "Lassia un commento, lassia un commento, lassia un commento pe favvore gggrazie"