"Passavamo sulla terra leggeri come acqua... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli" Sergio Atzeni - Passavamo sulla terra leggeri

domenica 12 agosto 2012

Volare via

Quando crescerete figli miei e finalmente vi staccherete dalle gonnelle???
Non credo rimpiangerò mai i vostri continui "Mammaaaaaa quiiiiii, e mammaaaaaa li" 
continue richieste e annunci per ogni singola cosa, anche le più stupide, tipo quella che avete preso una macchinina dalla scatola dei giochi e dovete per forza venire ad annunciarlo mentre io lavoro nell'altra stanza e ci sono nonna e zia che si occupano di voi (Deddè).
E poi tanto per rompere l'anima, dato che vi ho chiesto gentilmente di non disturbarmi perchè devo finire un lavoro urgente, vi mettete a cantare a squarciagola in modo che vi possa sentire tutto il paese!! (Deddè).
Lo so che vorreste che Mamma stesse con voi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma se ho un pò di aiuto perchèèèèè dovete scassare i maroni????
Come già detto altre volte non sono una mamma chioccia, ma piuttosto una mamma gatta, e non vedo davvero l'ora che abbiate un'età ragionevole per uscire di casa.
Non rimpiangerò affatto questi momenti (mai dire mai però potrebbero arrivarne di peggiori) perchè me li sto godendo tutti!!
A chi mi dice goditeli adesso perchè il tempo passa in fretta rispondo: "ne vuoi un giro?" 
solo uno però eh perchè poi potrebbero mancarmi le sfuriate per il nulla assoluto e i baci e gli abbracci rubati tra una lotta e l'altra.
No davvero, volevo essere seria, volevo davvero fare un riflessione sull'età giusta per mandarli via di casa.
L'età giusta per "sbarazzarmi" di loro.
Quando li vedremo abbastanza grandi per lasciare il nido? 
Ci sono mamme che non li vedono mai abbastanza grandi per volare da soli. 
Che si preoccupano che i loro piccoli di 20/30/40 anni non siano abbastanza grandi per affrontare il mondo, non so se statisticamente siano in prevalenza mamme di figli maschi oppure no, ma a naso mi sembra che le mamme dei figli maschi si preoccupino di più, poi magari verrò smentita.
So che non sarò una di queste, o almeno spero.
So che non pretenderò che i miei figli facciano rapporto a me ogni sera, anche dopo che si sono fatti una famiglia, oppure che decidano con me le loro scelte di vita anche se è palese che sono in grado di farlo.
So che essere mamme è una scelta che dura tutta la vita, però ad un certo punto della nostra, ma soprattutto della loro vita, dovremo lasciarli andare, dovremo fidarci di loro, delle loro scelte e delle loro azioni, anche se a noi non vanno bene.
E' la loro vita non la nostra!
Ora come ora non saprei vedermi senza di loro, gioia e fatica quotidiana, e penso pure che non li avrei voluti in un momento migliore: no lavoro, lavoro precario, imminente abbandono del lavoro, ecco.
Però non sono certo il prototipo di mamma italiana, di quella che si preoccupa eccessivamente, che non si vorrebbe mai separare dai suoi figli e che sta male se sono lontani, no, li vorrei proprio lontani per un pò, vorrei prendermi una pausa e non mi sentirei minimamente in colpa.
Invece le uniche pause che riesco a prendermi sono quelle per andare a lavoro... sigh :(
E quando passi le domeniche di Agosto a lavoro invece che al mare è ovvio che i tuoi figli pretendano la tua attenzione anche se ci sono le zie e le nonne.
Per oggi ho finito, vado a godermi il panorama campagnolo.... 
intanto vi lascio con uno scorcio di mare

Quella striscia di terra che si vede in fondo è l'Asinara vista dalla spiaggia di Sassari (Platamona)

2 commenti :

  1. spero anch'io di non essere una mamma iper-protettiva, mi sforzo, ma chissa' come andra', per ora sono contenta di me, piu' in la' non so :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono contenta di me anche se a volte è dura soprattutto quando ti confronti con le nonne che sono più ansiose di te e alle volte ti fanno apparire come una mamma sconsiderata, o peggio se non sei ansiosa per i pargoli, ma vado avanti lo stesso!

      Elimina

Non mi piace fare la questuante, per questo ho ingaggiato le "due palle al piede" che sono bravissime: "Lassia un commento, lassia un commento, lassia un commento pe favvore gggrazie"