"Passavamo sulla terra leggeri come acqua... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli" Sergio Atzeni - Passavamo sulla terra leggeri

venerdì 30 maggio 2014

Grazie davvero

Vorrei avere un po' più di fiducia in me, per poter passare questo istante di panico, questo terrore dell'ignoto, questa paura prima di buttarmi.

Ti ricordi quella card che mi regalasti in uno dei momenti duri anni fa e che mi ripetevi ogni mattina? "Fidati delle tue capacità!"

Anche tu "fidati delle tue capacità!".

Vorrei che avessi più fiducia in te, vorrei che credessi un pochino di più in te stesso. Vorrei che ti vedessi coi miei occhi.

Ieri mi hai detto "tu mi sopravvaluti", no io ti vedo.

Vedo quello che sei, vedo quello che fai. Sei bravo.

E non lo dico solo perché ti conosco ormai da 14 anni. E perché sono di parte perché ti amo.

Tu ci metti passione in tutto ciò che fai, ci metti impegno e sei davvero bravo.

Ti ringrazio per tutto quello che hai fatto e stai facendo per noi e per questo progetto. Ci hai creduto fino in fondo, forse anche più di me. Hai cambiato e stai cambiando vita per questo, anche se forse avresti preferito fare altro. E forse avevi anche il diritto di fare altro, di dedicare la tua vita a ciò che ti piaceva (so che ora mi dirai: dormire... :P)

E scusami se in questi giorni la mia frase preferita è stata "chi me l'ha fatto fare?", il limbo in cui siamo da un bel po' non mi fa distinguere bene i contorni, ma so che passerà.

Senza di te non saremmo qui ora.

Certo anche senza chi ci ha accompagnato e sostenuto finora, non saremmo qui. Grazie di cuore davvero, anche a te uomo che corri dove non corre nessuno :)

 

3 commenti :

  1. Marito di Starsdencer31 maggio 2014 00:08

    Prego... poco ogni tanto, ma prego! ;D

    RispondiElimina
  2. E' solo il limbo che vi fa stare cosi' e scoraggiarvi. Questo orrendo, infinito, paradossale, sempre piu' incredibile limbo. E non credo che a te manchi fiducia in te stessa. Giustamente comincia a vacillare quella verso il prossimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Lucy, non mi manca la fiducia ma questi attimi di incertezza minano entusiasmo, speranza e fiducia, soprattutto perché ti senti inutile e improduttivo

      Elimina

Non mi piace fare la questuante, per questo ho ingaggiato le "due palle al piede" che sono bravissime: "Lassia un commento, lassia un commento, lassia un commento pe favvore gggrazie"